L’INCOMPIUTA

Mi hanno insegnato, a scuola, che il nostro cervello funziona in due modi: conosciamo un obiettivo e cerchiamo di conseguirlo. Non conosciamo l’obiettivo, ma per esclusione cerchiamo di scoprirlo.

Osservando il Palazzo MADAMA in Piazza Castello a Torino, luogo che consiglio vivamente di visitare, vien da pensare che esista un TERZO MODO per usare il nostro cervello.

Pensate che per volere di una DONNA,  Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, detta la “seconda Madama Reale” tra il 1716 e il 1720 venne costruito il Palazzo MADAMA in suo onore. Cosa c’è di straordinario in tutto questo?

Quello che vedete non è il Palazzo, bensì … come posso chiamarlo … il portone d’ingresso? Ebbene sì quello che sorge in Piazza Castello a Torino è soltanto lo SCALONE che avrebbe dovuto condurre al vero palazzo che non fu mai costruito. Il progetto è andato perduto lasciando l’opera INCOMPIUTA. Che peccato, diciamolo in coro!

Spero che nelle scuole insegnino questo (terzo) modo per usare il nostro cervello per riuscire ad immaginare simili “GRANDIOSITA’“!

All’interno è custodita una collezione di porcellane antiche che merita essere vista almeno una volta, oltre a periodiche mostre d’arte sempre all’altezza con la bellezza diffusa di questo luogo.

NEXT: MOLE bizzarra

Da Torino è tutto … se non è per me, va bene. Luigi Bacco.

cropped-torinonellarete-logo_19-novembre-20175.jpg

12 pensieri riguardo “L’INCOMPIUTA

  1. Torino grigia dire proprio di no! Bianco nera, granata, ma anche verde e molto metallurgica … ci sono parecchi spunti in città, spero si riprenda dopo la chiusura della Pandemia!!
    Grazie del commento GianniD!
    :):):)

    Piace a 1 persona

  2. Sarebbe poeticamente romantico se QUELLA MADAMA – LEI: LA SECONDA MADAMA REALE- magari in compagnia del famosissimo architetto JUVARRA FILIPPO TI POTESSERO INCONTRARE di persona. Rivedere tutti questi tuoi scatti fantastici ed insieme magari trascorrere un intero giorno per narrarvi le vicende dell’epoca. Grazie a te ed alla tua pagina domenicale ci regali un pezzo di storia su una piccola parte della meravigliosa città di Torino nel suo salotto buono. Per adesso ti ringrazio; vado a salvare e condividere. Tornerò : per ora ti applaudo con 4 stelle e mezza. Torino grigia? Nooooo non lo è più da decenni. 🙂

    Piace a 1 persona

  3. @ Silvia Grande Maffei: se potessi veramente incontrare quei due personaggi, della Madama Reale credo ne sarei sinceramente intimorito, forse mio fratello la corteggerebbe facendone nascere una grande storia di passione come sa fare lui, ma con Juvarra sarebbe diverso. Non lo mollerei neanche un secondo: dove hai messo il progetto del Palazzo???? Forza!!!!! Che bisogna costruirlo!!!!

    🙂

    così per scherzare

    "Mi piace"

  4. Bhè direi che saresta a posto: a te il ruolo di arch. a posto con i requisiti laurea compresa; al fratello tuo il ruolo di gentiluomo corteggiatore come usavano i requisiti del tempo. TI IMMAGINO A PROGETTARE con il siculo Juvarra ricco di inventiva a fantasia: secondo me nascerebbe qualcosa di ineguagliabile inimitabile meraviglioso .Senza scherzare . Vaiiiiiiiii anche ”solamente” con la fantasia.

    "Mi piace"

  5. oh no no, io non le vedo le case, per questo non faccio più l’architetto, non è per me. Juvarra, invece, le vedeva eccome! Chissà cosa si era inventato, spero trovino in qualche archivio polveroso almeno un Suo disegno relativamente a quel palazzo rimasto incompiuto …

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...