Come BAMBINI che non sanno nulla

Ciascuno di Noi svolge il proprio “lavoro” “attività” “mansione” … che sia … come in “trincea”: ma è una trincea fittizia nella quale possiamo scontrarci con un nemico che non è un “vero” nemico, piuttosto una sorta di “socio” impegnato come noi nelle stesse faccende! Tutto questo è vitale altrimenti come potremmo mai “imparare pienamente” se dovessimo lanciarci in un vero campo di battaglia per ucciderci?

Questo avviene per qualunque attività e, in qualunque luogo, possiamo imparare in breve tempo un sacco di cose curiose, incredibili, raccapriccianti, buffe e goffe su “chi siamo” e in che modo reagiamo al mondo … l’attività svolta ogni giorno nelle nostre “trincee” ci invita a tentare nuove cose diventando una continua fonte di apprendimento.

Lo stesso vale per la “fotografia”: una vera miniera di informazioni, cose da fare, provare, sperimentare; una trincea degna della Grande Guerra per la quantità di opportunità che offre lo studio dell’immagine. Nonostante fior di fotografi popolino ogni angolo di Mondo, saremo SOLI davanti al nostro fittizio nemico da fotografare che aspetterà paziente le nostre decisioni per riuscire a stanarlo in una posa “guardabile” … toccherà a Noi escogitare una strategia, non viceversa.

Fotografie: l’alba del 28 ottobre 2020 sulla collina di Torino

Fotografia: l’alba del 29 ottobre sulla collina di Torino

Fotografie: le immagini sono ottenute utilizzando i filtri “coordinate polari, “vortice e pizzico” disponibili dal menù “filtri distorsioni” di GIMP

Purtroppo leggendo un libro non si riesce a trasmettere quella sensazione che si prova mangiando lo zucchero, correndo sotto la pioggia, camminando al buio aspettando che il Sole sorga.

E’ un bel guaio che non si possa apprendere leggendo un libro! Chissà quale strategia dovremo adottare per guarire dal COVID-19, che ogni giorno sembra appiccicarsi sempre di più all’essere umano in un assedio che dura ormai da un anno! Chissà quale lunga strada dovremo seguire o se dovremo ricominciare come bambini che non sanno nulla. E’ un po’ così che ci si sente davanti a questo virus: come bambini che non sanno nulla … come si divertono i bambini a correre sui binari del treno, come ridono quando il treno lancia il suo fischio!

Come i bambini che non sanno nulla, chissà quanto dovremo “scottarci” per capire!

NEXT: con la testa nella nebbia

Da Torino è tutto … se non è per me, va bene. Luigi Bacco.

 

9 pensieri riguardo “Come BAMBINI che non sanno nulla

  1. @ Come i bambini che… @ Luigi
    Mi è impossibile aggiungere anche solamente una virgola alla tua FILOSOFIA descritta in apertura. Ottima è La prospettiva, o l’idea , di approfondire ed apprendere ancora; meglio non smettere mai di farlo.
    Tu hai l’intelligenza e la capacità di cercare e trovare nella fotografia risposte o domande od obbiettivi per proseguire all’infinito. *** Strategia per stanare un ‘’nemico fittizio ( invisibile? ) ‘’*** direi che è un grande interessante TRAGUARDO. Meglio non perderlo mai di vista . Perché poi avrai l’onore di trasmetterlo a noi tuoi affezionati lettori. Ed infonderai o meglio ce lo TRASFONDERAI ( a mezzo di invisibili ‘’flebo’’ – endovenose – ) sottoforma di gocce di saggezza & conoscenza che abbiamo dimenticato o forse mai saputo, o forse non sapevano di sapere un pochino. Proprio un po’. Senza vanto però. ( Capito niente?) E adesso magari ti rubo ancora 1 foto che piace.
    Se poi ci scotteremo? Vabbè cerchiamo di farlo in modo lieve e riparabile. Però, pensandoci bene: i bambini che non sanno (ancora) nulla possono concedersi il lusso di assorbire le nozioni rimodellandole a loro piacere e fantasia fino a quando LA DURA SEVERA REALTA’ non riserverà amari impatti senza filtri.

    "Mi piace"

  2. @ Silvia GM: troppi elogi. Non so quale sia l’arcano, ma le persone in genere mi ignorano, in altri casi ridono sguaiatamente di me e di quello che faccio. Ho imparato a non soffrire più degli scherni altrui, ma non ho imparato a considerarmi una sorta di flebo dispenser di buon umore o simili.

    CI lavorerò.

    Per ora posso dire che sono andato vicino Susa per praticare un paio d’ore di Aikido col Maestro all’aperto e ben a distanza di sicurezza. Tornando a Torino questa mattina (domenica 1 novembre) vedevo tutto chiuso, nessuno in giro e un sacco di foglie vicino agli alberi. Che quiete quasi irreale, non la sentivo da anni una simile tranquillità.
    Questo virus ci danneggerà in tutti i nostri affari, ma annusare la quiete della Natura di Novembre a pochi passi dalle montagne … si sentiva sin dentro il petto e poi su nel collo dentro la testa … che quiete incredibile sa fare la Natura!

    "Mi piace"

  3. Hai Ragione il vocabolo Q U I E T E è magico. Immagino sia particolarmente eccepibile ed apprezzabile in 1 città. A…. E tu sei veramente una simil’’ flebo’’ ; scusa il paragone ma quella è una cose che elargisce , silenziosamente quasi invisibilmente, preziose GOCCE di benessere cioè : rilasci TRANQUILLITA’, calma e pacatezza, rilassatezza colore e calore, poesia narrata sotto voce e sintonia ANCHE a distanza. NON sono complimenti gratuiti bensì elogi dettati da percezioni di pensiero . Un lato positivo della clausura ( nei vari ‘’danni & deperimenti ‘’ ) forse ( se posso osare) è questo RITORNO VERSO LA NATURA. Un rallentamento ed una scelta ( forse forzata?) ad eliminare il superfluo . Forse.

    "Mi piace"

  4. Si, è bellissimo annusare la “quiete”… che so… in un bosco di castagni!!!
    Ma stupisce quando provi sensazioni simili in città! Mi è successo camminando per Londra. Non vado quasi mai a Londra, che sta a quasi 2 ore da me, ma riesci ad immaginartela deserta? Io no. Ho dovuto vederla. Ed è stato bellissimo!!! 🤣🤣
    Bello come in un film horror 😳
    🤣🤣🤣🤣

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...