RICONOSCIBILE come l’occhio la VEDEVA

Questa settimana parleremo di tre argomenti: l’Aikido, la Fotografia e l’onnipresente Covid-19.

Siete pronti?

Una delle cose più difficili che insegnano i Maestri di Aikido durante gli allenamenti, è quella di eliminare i movimenti “INUTILI” per rendere la tecnica che si sta svolgendo, non solo più efficace, ma anche “bella” da vedere.

E per farlo si “divertono” a svolgere la tecnica davanti all’ignaro allievo, ben L E N T A M E N T E in modo che sia facile vedere e memorizzare la sequenza di movimenti da ripetere … sino a quando finalmente provi TU! Non è solo sentirsi GOFFO e IMPACCIATO! E’ proprio un’accozzaglia di movimenti sbagliati che viene fuori, tali da rendere la tecnica non solo inefficace, ma anche totalmente IRRICONOSCIBILE.

Il processo di “pulizia” dei movimenti dura parecchi anni di allenamento faticoso, a volte noioso, spesso inaspettatamente divertente. Ed è estremamente simile alle fotografie che vedete qui sotto. Le prime immagini che vedete (post-prodotte con GIMP), sono dei veri e propri GROVIGLI! Un’accozzaglia di colori e forme che non rispettano regole di alcun genere, non hanno punti di fuga o prospettive che catturano lo sguardo e l’attenzione stimolando la curiosità e la fantasia … e sono totalmente IRRICONOSCIBILI.

Bene! Ora facciamo un primo allenamento di qualche anno e togliamo il filtro “coordinate polari” … il risultato è di seguito …

Togliendo il filtro “coordinate polari” le immagini cambiano forma improvvisamente ed inaspettatamente (all’inizio, poi si impara a prevedere): accade anche così nell’Aikido. All’improvviso (all’inizio, poi aspetti il momento come l’arrivo della fidanzata!!) una sera qualunque, il movimento che hai sempre provato diventa riconoscibile ed efficace su un’altra persona … ma è solo il primo passo!

Le fotografie sono ancora irriconoscibili: ma ora hanno un ORDINE che prima non c’era. Una geometria più precisa che cattura l’attenzione, una direzione da seguire che innesca la fantasia.

Procediamo con l’allenamento ancora per alcuni anni e togliamo il filtro “Caleidoscopio” … il risultato è di seguito …

   

Togliendo ulteriormente il filtro “Caleidoscopio” … ecco cos’era la la strana immagine (sotto), ma la riconoscete anche voi senza scrivere nulla: era il sorgere del Sole sulla collina di Torino tra Superga e il “grattacielo” del San Paolo!!

Ma … è migliorabile? … ci sono quei colori “strani” …

A questa domanda la risposta è SEMPRE AFFERMATIVA.

Proviamo a togliere la “curva dei colori” applicata all’immagine … il risultato è di seguito …

… ed ecco che tutto diventa RICOCONOSCIBILE: come l’occhio la vedeva, l’alba dell’11 ottobre 2020 sulla città di Torino!

E il COVID-19?

Il processo appena descritto si ripete IDENTICO per tutte le cose: si comincia con grande confusione e goffaggine.

Blocco totale di tutto, solo 6 persone in casa ma sui pullman anche 30, locali chiusi dopo le 24? Multe da 400 euro per chi non indossa la mascherina, distanziamento sociale … che non ci crea grandi problemi visto quanto ci vogliamo bene sul lavoro ogni giorno, 160 mila tamponi al giorno!!!!!!! Pensate che goduria per l’azienda che li produce e … ma se i cani fiutano il COVID perchè Noi Umani Sapienti dobbiamo fare il tampone? … prova e riprova, nel tempo, affineremo il nostro modo di combattere il “virus” o forse se ne andrà Lui spontaneamente lasciandoci impantanati con le nostre nuove abitudini.

E’ migliorabile?

NEXT: forse parlo di Venezia.

Da Torino è tutto … se non è per me, va bene. Luigi Bacco.

5 pensieri riguardo “RICONOSCIBILE come l’occhio la VEDEVA

  1. Caro Lù: interessante e molto Istruttiva la descrizione sul come praticare AIKIDO.
    Metaforicamente il discorso su ELIMINARE MOVIMENTI INUTILI PER RENDERE EFFICACE LO SVOLGIMENTO DELLA TECNICA lo si può, credo, ( si dovrebbe) applicare anche nelle vita quotidiana. Eliminare il superfluo sia quello materiale, quanto quello psicologico il quale negativamente introduce affanno ed ansia a palate, nel vissuto giornaliero. Bene. Come nell’ AIKIDO i processi di ‘’PULIZIA’’ sono faticosi e ci vuole parecchio DILIGENTE ALLENAMENTO, credo sia simile a quanto od al come dovremmo imparare a ripulire i pensieri da afflizioni ed angosce; ci avvelenano il cuore ed i sentimenti e pure l’anima. Ci ‘’self’’ roviniamo ed incattiviamo. O no?
    La dicitura ** Filtro coordinate polari** mi acchiappa : SIMPATICO. Sembra un oggetto furbo. E le tue foto ne offrono visione pratica – colorata – fantasiosamente: Ordine Geometrico che Scatena la Fantasia. Condivido. Ora vado a** scatenarmi.** Ti farò sapere. Salvo coprifuoco o clausura. OVVIAMENTE. Grazie ( Covid? Sorvoliamo?? Magari .) Sen ne scrive già troppo troppo troppo…

    Piace a 1 persona

  2. Sì è vero del COVID se ne parla in modo esagerato.
    Le “parole” seguono regole diverse. In genere ripetendo lo stesso esercizio si scopre come farlo e si diventa bravi. Con le parole, invece, si diventa “bravi oratori” che non sempre ha una valenza positiva.

    Pare che le nuove misure anti-COVID che stanno per arrivare, siano meno castiganti. Ci lasceranno fare sport. Lo sport aumenta le difese immunitarie. Bravo Conte, ottima scelta!

    Piace a 1 persona

  3. Hai ragione, Lù. Chi sa come collocarle LA PAROLE è UN BRAVO ORATORE. ( Quelli saggi ed interessanti però con pochi. 😉 Si palestre e piscine NON sono castigate. Per ora. Ciao ciao

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...